Riforma del condominio, l’anagrafe condominiale tra le novità

La riforma del condominio appena approvata in Parlamento ha introdotto la novità dell’anagrafe condominiale. Le nuove regole condominiali prevedono dunque per l’amministratore la tenute dell’anagrafe condominiale, strumento particolarmente utili ai fini delle azioni giudiziare per il recupero delle spese condominiali.  Questa novità è resa ancora più chiara del fatto che al condominio non è applicabile il cosidetto principio dell’apparenza.

A tal proposito la Cassazione si è pronuciata, con la sentenza n. 5035 del 2003, affermando che “in caso di azione giudiziale dell’amministratore del condominio per il recupero della quota di spese di competenza di una unità immobiliare di proprietà esclusiva, è passivamente legittimato il vero proprietario di detta unità e non anche chi possa apparire tale”.

Lascia un Commento